Vuoi ricevere consigli sul tuo prossimo case, dissipatori e accessori per Case? Unisciti a noi su Facebook! CLICCA QUI!

Lian Li 215: la nemesi del P400A?

Il Lancool 215 è il nuovo case prodotto da Lian Li che sta già riscuotendo un ottimo successo grazie alle caratteristiche interessanti e al suo posizionamento all’interno della fascia di prezzo sotto i 100 €: riuscirà a diventare un Must have per gli amanti dei sistemi con 2 ventole da 200 mm sul frontale?

Sarà in grado di concorrere con le attuali alternative Low Budget della concorrenza?

Andiamo a vederlo assieme partendo dalle specifiche tecniche.

Specifiche

ModelloLANCOOL 215
Dimensioni(D) 462mm x (W) 215mm x (H) 482mm
Scheda madreE-ATX(larghezza: sotto i 280mm)/ATX/M-ATX/ITX
Lunghezza PSU210mm
ColoreNero
Materiali0.75mm SGCC 4.0mm Vetro temprato (Entrambi i lati)
Ventole incluse2 x 200MM 3-PIN 800 RPM ARGB (Frontale)
1 X 120MM 3-PIN 1100 RPM Fans (Posteriore)
Supporto ventoleFrontale: 2 x 140mm or 3 x 120mm
Superiore: 2 x 120mm or 2 x 140mm
Sopra il tunnel PSU: 2 x 120mm
Supporto radiatoriFrontale: 1 x 280/360mm
Superiore: 1 x 240 / 280 mm
Lunghezza GPU370mm
Altezza dissipatore CPU166mm
ArchiviazioneDietro la scheda madre: 2 x 2.5″ SSD
Gabbia Hard Disk: 2 x 3.5″ HDD or 1 x 2.5″ SSD
Slot espansione7
Porte I/OPulsante di Reset e Power
Pulsante LED per la rotazione degli effetti
1 x HD AUDIO
2 x USB 3.0
Filtri anti-polvere1 x Sopra (Magnetico), 1 x Sott

Fatto per andare a 200…. mm!

Uno degli aspetti principali per il quale si sta iniziando a considerare questo case un nuovo Standard Entry level per gli amanti dei prodotti con elevato Flusso d’aria (Airflow) è la presenza di due ventole da 200mm sul frontale: anche se attualmente sul mercato sono presenti modelli di varie aziende che hanno cercato d’imporsi come una valida alternativa ai più classici e conosciuti Cooler Master H500 / H500P / H500M, il Lian Li 215 porta con sé una ventata d’aria fresca per diversi motivi che vedremo a breve.

La parte frontale è rigorosamente in stile Mesh, permettendo così all’aria di circolare liberamente all’interno della struttura studiata da Lian Li: la parte bassa del pannello è ben sigillata e le ventole da 200mm sono montate fuori dal frontale della struttura vera e propria.

Compatibilità radiatori e ventole

Le ventole da 200mm, per via delle loro dimensioni, limitano la compatibilità del radiatore installabile sul frontale: consigliamo di evitare l’utilizzo di queste ventole se pensate di montare un radiatore poiché la scarsa pressione statica non comporterebbe un aumento prestazionale tangibile anzi produrrebbe solo un peggioramento delle prestazioni acustiche e possibili turbolenze nel flusso d’aria.

Osservando attentamente che parte del flusso delle ventole frontali viene “bloccato” dal pannello interno in acciaio, possiamo notare come Lian Li abbia scelto di usare le ventole da 200mm più per un fattore estetico che di pure prestazioni: seppur svolgano adeguatamente il loro lavoro, è molto probabile che 3 ventole da 140mm avrebbero offerto una pressione statica di gran lunga superiore.

La parte superiore del case ha spazio per 2 ventole da 140mm o da 120mm, e supporta radiatori fino a 280mm, mentre la ventola installabile sul posteriore, in estrazione, arriva fino a 120mm.

La parte superiore del case offre una distanza massima di circa 6 cm dalla scheda madre, valore che evidenzia un possibile limite per chi volesse installare un radiatore più spesso del normale, volendo magari approfittare di un sistema di raffreddamento a liquido personalizzato.

Struttura interna, cablaggio e archiviazione

I due pannelli laterali condividono lo stesso metodo di chiusura, con due viti a testa zigrinata che si incastrano con un supporto di metallo posizionato internamente al case stesso: è un sistema efficace nella sua estrema semplicità.

Nonostante la fascia economica del prodotto, gli interni sono curati abbastanza bene: si nota subito come i bordi superiori del pannello di vetro temprato siano stati protetti da una striscia di schiuma che accompagna la chiusura e protegge i bordi dalle sbeccature.

La gabbia per l’archiviazione (HDD) appare relativamente fragile e meno curata lato materiali (Vedi foto) e può ospitare due hard drive da 3.5″, come ormai accade nella maggior parte dei case Mid-Tower moderni: per cercare probabilmente di limitare le spese sui materiali, Lian Li ha scelto di evitare l’aggiunta di slitte Tool-Less per gli HDD anche se, in compenso, l’intera gabbia ha comunque la possibilità di essere rimossa.

Il fitro anti-polvere presente sul pannello inferiore risulta abbastanza lungo per un case di queste dimensioni: seppur sia da considerarsi un aspetto positivo, è bene menzionare che per la sua completa rimozione, sarà necessario spostare l’intero case affinché possa venire estratto.

Uno dei punti più critici è quello che riguarda il cablaggio in alcuni punti chiave ed in particolare lo scarso spazio a disposizione nella zona dell’alimentazione: con alcuni alimentatori dalla dimensione maggiorata si potrebbe riscontrare una perdita di spazio per la gestione dei cavi, sia nella zona alta che quella frontale nei pressi della gabbia per gli HDD.

E’ richiesta dunque una maggiore cura durante il cablaggio, soprattutto nella gestione del processo d’instradamento dei cavi dalla zona dell’alimentazione fino a quella della scheda madre.

In compenso, lo spazio per la gestione dei cavi nella parte alta del layout interno è da considerarsi allineata alla concorrenza e lo spazio di ben 2,4 cm tra la scheda madre e il pannello posteriore , assieme a degli strap in velcro, concedono all’utente un buon margine di lavorazione anche se, agli occhi dei più esperti, il cablaggio potrebbe risultare un po ostico in termini di pulizia visiva.

Pannello frontale e gestione LED

Sul pannello frontale, oltre al pulsante di accensione, di Reset e della gestione LED, troviamo due porte USB 3.0 e il classica combinazione per dispositivi audio Microfono/Cuffia: basandoci esclusivamente sulla fascia di prezzo del prodotto, pensiamo che sarebbe stato inusuale trovare una connettività più ampia di quella presentata.

Le ventole da 200mm hanno connettori separati per la gestione LED RGB e per la rotazione: l’Hub incluso ha ben 6 header per ventole a 3 pin di cui 3 già utilizzati dalle ventole stock.

Ci sono inoltre quattro headers ARGB sul controller che permettono di cambiare l’effetto RGB delle componenti collegate attraverso dei profili pre-impostati o controllati direttamente dalla scheda madre.

Temperature Processore

Parlando di prestazioni termiche, non avendo avuto la possibilità di fare test personali, dobbiamo affidarci a quanto viene riportato online da quelle che consideriamo le fonti più affidabili e selezionate dal team di Casemark.

Questo case nasce come la (possibile) nemesi del Phanteks P400A e del Cooler Master TD500 Mesh: seppur il Lancool II Mesh riesca a rimanere in testa ai risultati sbaragliando il 95% della concorrenza, il 215 riesce praticamente ad arrivare quasi in pari, oltre a potersi definire migliore del P400A di almeno 2-3° quando si tratta di Stress test per CPU, durante i quali la presenza della ventola sul posteriore diventa fondamentale per evidenziare questo guadagno.

Nel complesso le temperature ottenute sono da considerarsi davvero ottime se paragonate ai top di gamma come il Cooler Master H500M Mesh.

Temperature Scheda grafica

In riferimento invece alla scheda grafica, la possibilità di rimuovere il pannello frontale dimostra come si possano guadagnare circa 3-4° , differenza minima che indica quanto il suo design sia stato ben strutturato e garantisca un airflow ottimale.

Aggiungere ulteriori ventole in estrazione sul pannello superiore ha migliorato di ancora un paio di gradi la temperatura della GPU, permettendo di raggiungere prestazioni termiche molto simili (1° in più) a quelle del Lancool II Mesh e battendo completamente la versione RGB (No Mesh).

Confrontato direttamente con gli attuali case top di gamma, le temperature medie della scheda grafica sono buone anche se non ai livelli di quelle offerte sul processore.

Rumorosità

I principali test di rumorosità sono spesso oggetto di varie contestazioni da parte di alcune Community in quanto si sta cercando, negli ultimi anni e con il miglioramento degli studi riguardo la gestione dei benchmark, di effettuare una registrazione “normalizzata” affinché i dati raccolti possano raggiungere una certa qualità nella precisione.

Anche in questo caso facciamo affidamento sull’analisi di dati esterni opportunamente selezionati e nei quali reputiamo ci sia un’ottima base oggettiva per offrire una panoramica esaustiva della questione.

In termini di silenziosità, il Lian Li 215 merita di essere considerato per una build completamente ad aria in quanto riesce a mostrare il proprio carattere, vincendo ad occhi chiusi il confronto con il P400A e il P500A: quest’ultimo sappiamo essere, assieme al Cooler Master TD500 Mesh, alcuni dei migliori case lato Airflow (in questa fascia di prezzo, nel 2020) ma che comportano una rumorosità sopra la media, per via del loro design frontale e di come il suono si propaga all’interno.

Conclusioni

In onore della sintesi possiamo definire questo nuovo case Lian Li un prodotto eccellente per essere dissipato ad aria, abbandonando per un attimo l’idea che sia sempre più necessario sfruttare i dissipatori All In One o altri sistemi a liquido.

La conferma di questa considerazione ci viene data dal fatto che qualsiasi tipo di configurazione che preveda l’installazione di un radiatore più grande di 280mm, richiederebbe la rimozione delle ventole frontali da 200mm, che rimangono fino alla fine il leitmotiv di questa piccola grande opera.

Vuoi saperne di più?

Casemark è una piccola realtà che cerca di aiutare gli appassionati del settore Tech/Informatico a scegliere il miglior Case, ventola o dissipatore per CPU, visionando e studiando quotidianamente recensioni dai siti di maggiore riferimento e proponendo articoli, guide e classifiche, nonché comparazioni il più possibili oggettive.

Nel caso l’articolo letto ti fosse piaciuto e/o avessi ancora qualche dubbio a riguardo, ti invitiamo a lasciarci il tuo feedback sui nostri gruppi Facebook e Telegram.

Inoltre se vuoi rimanere aggiornato sui Migliori prodotti sul mercato, pubblichiamo quotidianamente analisi con Pregi e Difetti a questo indirizzo.